CLOSE
Scroll

News

BRANI

EVENTI

BIOGRAFIA

Il progetto Merovingi è nato a Parma il 21 Giugno del 2013 dall’incontro fra Francesco Pelosi (voce) e Enrico Fava (piano e tastiere). Ai due si sono subito aggiunti Gabriele Fava (sassofoni) e Salvatore Siracusa (chitarra elettrica), e quasi due anni dopo, Alessandro Aldrovandi (batteria) e Gianluca D’Alterio (basso elettrico), andando così a definire la line up del gruppo. Il nome richiama i Re Merovingi, uomini che senza muovere guerra ad altri regni e senza avere una corte stanziale, giravano in pace su carri trainati da buoi e vestiti prevalentemente di bianco. Si dice fossero discendenti diretti di Maria Maddalena e che avessero il potere di curare con le mani, oltre ad avere la particolarità ereditaria di una “criniera” lungo la spina dorsale, segno distintivo del loro “diritto di nascita”. La filosofia intrinseca di queste esistenze e alcune coincidenze legate al loro incontro, hanno fortemente ispirato Francesco e Enrico, tanto da legare la loro musica al nome di quell’antico popolo.

- show more

Le canzoni dei Merovingi parlano di un’altra epoca rispetto alla nostra, o meglio, utilizzando parole, sensazioni, tematiche e testi dell’antichità, si rivolgono al mondo moderno attraverso un linguaggio che cerca di essere il più universale possibile, recuperando simboli, archetipi e sentimenti propri delle culture del passato ancora presenti in noi. La necessità di riproporre al giorno d’oggi queste antiche attitudini verso la vita deriva dalla ricerca di un modo di essere più vicino alla natura prima dell’uomo, quella che si ritrova negli antichi riti, nei canti e nelle enormi e misteriose costruzioni piramidali e monolitiche. Pur sotto forme differenti e strati di fumo, quella vita vive ancora. La musica dei Merovingi vuole essere un sunto delle varie esperienze dei sei componenti: spunti e armonie di derivazione classica e jazz, tracce più o meno massicce di post-rock e prog e un cantato che prende le mosse dalla tradizione popolare e cantautorale per approdare ai mantra ipnotici di stampo animista e tribale. Una summa che il gruppo definisce Indie Rock Post-Antico.

la Canzone, la Musica, il Canto, come ponte fertile fra noi e le suggestioni che vivono nell’Anima/ fra il Brano, l’Ascoltatore e il Musicista/ fra l’Individuo e il Mondo/ fra il Branco e lo Spirito/

- show less

Gruppo
Francesco Pelosi Merovingi

Francesco Pelosi nasce a Parma il giorno 1 Novembre del 1984, alle ore 5.10 del mattino, sotto la costellazione dello Scorpione. Comincia a cantare in un gruppo all’incirca nel 2001, a 17 anni. Da allora non ha più smesso di adoperarsi nel canto e nello scrivere canzoni, soprattutto attraverso esperienze di musica popolare e cantautorato, collaborando con numerosi musicisti e in diverse formazioni. Ama profondamente la musica e da che ricorda ascolta assiduamente tutto ciò che trova, con particolare passione verso la forma canzone. Allo stesso tempo, con ansia onnivora, si nutre di letteratura, cinema e fumetti che, come sassolini sul sentiero, sembra lo riportino costantemente più vicino alla sua essenza.

- show more

Qui, nel dettaglio, le varie esperienze: -dal 2001 al 2005 è cantante e autore (insieme al chitarrista Giulio Recusani) del gruppo folk-rock di Parma “La Corte dei Miracoli”. Vengono prodotte 2 demo dal gruppo, entrambe ispirate all’opera dello scrittore colombiano Alvaro Mutis e al suo personaggio Maqroll il Gabbiere e numerosi concerti; -dal 2006 al 2008 insieme al chitarrista classico e compositore Francesco Morittu, incide una demo dal titolo “Volpe d’argento” e, con l’aggiunta del violoncellista e liutaio americano Theo Marks, un live in studio dal titolo “6 canzoni”: l’incisione raccoglie canzoni originali (più una traduzione da Leonard Cohen e una canzone popolare)in formazione voce-chitarra classica-violoncello, arrangiate da Morittu e Marks; -Nel 2009 incide una terza demo autoprodotta dal titolo “Gorgo”, contenente 9 canzoni originali, suonate da pochi musicisti con uno stile sonoro molto scarno, ispirato alle incisioni di Ivan della Mea. Nello stesso anno, in coppia con Francesco Morittu, vince il primo premio al concorso “I have a dream” indetto dal comune di Collecchio (PR) con la canzone “Sophie”; -dal 2009 al 2011 intraprende una ricerca sulla musica popolare italiana, ispirandosi alle registrazioni del gruppo del Nuovo Canzoniere Italiano sui Dischi del Sole, e formando il gruppo “Il Canzoniere delle Stagioni”, ripropone quel repertorio in vari concerti a Parma e in Emilia Romagna cantando insieme a Rocco Rosignoli (chitarra e voce) e Alessandro Stocchi (fisarmonica). Il progetto, grazie alla forte componente narrativa e filologica dedicata ai singoli brani giunge anche nelle scuole dove il trio tiene lezioni-concerto per classi elementari e medie. Nel 2011 viene incisa una raccolta di canzoni popolari a nome del gruppo; -Nel 2011 col poeta declamatore Andrea Peracchi e la cantante e percussionista Silvia Pascelupo fonda il gruppo “A.U.”, esperienza di musica classica-tribale e canti sciamanici. Nel gruppo anche il violoncellista Antonio Amadei (Trio Amadei, Orchestra Mozart, Vinicio Capossela), la compositrice e pianista cubana Ailem Carvajal (Cuba Disco 2013 per il suo “Isla”), il chitarrista e compositore Enrico Scaccaglia e la cantante Anna Visioli. Il gruppo ha inciso una demo omonima di tre brani e ha tenuto alcuni concerti in luoghi appositamente scelti: chiese, vigneti, piazzette di piccoli borghi. -Nel 2012, con una formazione rock e con la presenza di molti musicisti qui già nominati, incide una quarta demo a suo nome dal titolo “Tribale-Stellare”, mai distribuita. -Nel 2012-2013 scrive il libretto per la cantata per bambini “Alice”, ideata e composta da Ailem Carvajal e liberamente ispirata ad “Alice nel paese delle meraviglie” di Lewis Carrol e interpreta la parte del narratore nella messa in scena del progetto, oltre a curarne insieme all’autrice la traduzione in spagnolo e il progetto per un’edizione didattica in volume di partitura e testo. -Nel 2012 è socio fondatore dell’associazione culturale Rigoletto Records, collettivo di cantautori parmigiani guidato dal presidente Ugo Cattabiani, che ha come obbiettivo la diffusione della musica d’autore e una maggior sensibilizzazione alla cultura musicale. Dall’associazione vengono organizzate varie lezioni-concerto alla Biblioteca Civica e alla Casa della Musica di Parma (sue, in veste di autore, cantante e narratore, quelle su Giovanni Lindo Ferretti, Franco Battiato, Enzo Jannacci e Giorgio Gaber) e alcuni incontri con musicisti e scrittori come Massimo Zamboni, Max Manfredi, Vinicio Capossela, Giorgio Maimone, Antonio Silva. -Dalla fine del 2013 all’estate 2014 è il frontman del gruppo folk-rock “Emily Collettivo Musicale”, sostituendo temporaneamente il loro cantante Matteo Carbognani e scrivendo e incidendo con loro “I cantari della guerra silenziosa”, concept album ispirato ai romanzi dello scrittore peruviano Manuel Scorza. Al momento continua a collaborare col gruppo in veste di autore dei testi. -Nel 2013 fonda il gruppo Merovingi insieme al pianista Enrico Fava, al sassofonista Gabriele Fava e al chitarrista Salvatore Siracusa cui si aggiungeranno in un secondo momento il batterista Alessandro Aldrovandi e il bassista Gianluca D’Alterio. Il gruppo il 1 Marzo del 2014 ha aperto il concerto di Massimo Zamboni alla Corte di Giarola di Collecchio (PR). -Dalla fine del 2014, insieme a Salvatore Siracusa (già chitarrista nei Merovingi) sta scrivendo il progetto di canzoni elettroniche domestiche “Phi-Es”. Il duo, con l’ausilio del pianista Enrico Fava e la collaborazione dell’artista e video maker MHA, ha prodotto una canzone e un video in sostegno allo scrittore Erri De Luca pubblicato in rete il 19 Gennaio 2015 dal titolo “La rosa (la parola contraria)”.

- show less

Enrico Fava Merovingi

Enrico Fava (Parma 1977), pianista, tastierista e arrangiatore, vive e lavora fra la sua città natale e Bologna. Inizia a suonare il pianoforte nel 1988 e dal 1996 inizia un’intensa attività live con diverse formazioni musicali locali, esibendosi su palchi di locali, piazze e teatri nazionali. Nel 2000 è fondatore e animatore di due importanti formazioni parmigiane: il gruppo funk fusion Maneki Neko e il collettivo musicale Manìnblù, con il cantautore Alberto Padovani. A più riprese si dedica anche alla musica per il teatro e la danza, con la Compagnia Rodisio di Davide Doro e Manuela Capece, con gli allievi della scuola di Danza Codarts di Rotterdam e con il Centro di Teatro Danza di Correggio. Collabora con vari artisti della scena italiana e internazionale tra cui il chitarrista spagnolo Rafael Aragon, i percussionisti Karl Potter e Tony Esposito, il saxofonista Emiliano Vernizzi, il chitarrista Gianni Mocchetti, gli attori Alessandro Bergonzoni e Pamela Villoresi, il cantante Mario Biondi e la formazione folk Marmaja.

- show more

Dal 2006 è membro della band Anime Salve – Tributo a Fabrizio de Andrè, una delle più importanti tribute band dedicate al cantautore genovese con cui svolge una intensa attività live in tutta Italia. Dal 2012 è socio della Rigoletto Records, associazione di cantautori e musicisti parmigiani che ha lo scopo di promuovere la canzone d’autore locale e la musica come cultura. In collaborazione con altri artisti della Rigoletto e con l’Istituzione Biblioteche di Parma, fra 2012 e 2013 partecipa al progetto Ascolti l’autore, curando lezioni-incontro su Fabrizio De Andrè, Ivano Fossati, Giovanni Lindo Ferretti, Franco Battiato, Enzo Jannacci. Dal 2013 è co-fondatore e ideatore del progetto Merovingi insieme al cantautore parmigiano Francesco Pelosi.

- show less

Gabriele Fava Merovingi

Gabriele Fava nasce a Parma nel 1991. Si avvicina alla musica in tenera età e a 13 anni comincia lo studio del sassofono sotto la guida di Emiliano Vernizzi. Terminati gli studi presso il Liceo artistico P. Toschi di Parma, si iscrive al triennio di alta formazione artistica e musicale ad indirizzo Jazz del Conservatorio A. Boito dove si forma con i Maestri Riccardo Luppi ed Emiliano Vernizzi.

- show more

Vanta collaborazioni che spaziano dal teatro alla musica con una grande quantità di performer e artisti non solo della scena parmigiana come Reflue, Charlie Shuffle, Ugo Cattabiani, Maninblù e molti altri. Con il “Miserere d’un alma quintet” si esibisce svariate volte in occasione del Festival Verdi e del Festival ParmaJazz Frontiere in prestigiose location quali il teatro Farnese e il teatro Regio di Parma. Con la “Fragile Orchestra” si esibisce al Festival Novementis e con l’ensemble jazz del Conservatorio Boito si esibisce svariate volte in occasione di ParmaJazz Frontiere in location quali la casa della Musica di Parma. Con Over Sound Trio, di cui è membro fondatore, vince il premio della critica per la rassegna Neo DOP Muzyk e si esibisce al Festival Umbria Jazz 14” a seguito della vittoria del Conad Jazz Contest. In studio ha registrato per Ugo Cattabiani (“Vicolo Riccardi n°1”), Over Sound Trio (“Tre”) e in svariate altre produzioni. Attualmente svolge un’intensa attività di session man ed è membro fisso dei progetti Over Sound Trio, Merovingi, Charlie Shuffle e del Fava Maestri Aldrovandi Trio.

- show less

Salvatore Siracusa Merovingi

Salvatore Siracusa nasce nel 1979 nella provincia di Agrigento, ma presto la famiglia si sposta verso Trapani. Prende per qualche anno lezioni di pianoforte per poi passare alla chitarra. Trasferitosi a Parma per motivi di lavoro è dal febbraio del 2010 chitarrista di una Genesis/tribute-band, i Van Wagner e dal 2013 membro dei Merovingi.

Alessandro Aldrovandi Merovingi

 

Alessandro Aldrovandi. Nato il 12/07/1991, si avvicina alla musica intorno ai 14 anni. Dopo un primo periodo da autodidatta, inizia gli studi presso il Modern Music Institute di Parma. Nel 2010 studia Pianoforte privatamente e subito dopo si iscrive ai corsi di Batteria Jazz del Conservatorio A. Boito. Nel 2014 vola per due volta a Londra, presso l’Insitute of Contemporary Music Performance, dove segue lezioni dedicate alla batteria nella musica Pop con docenti quali Gabor Dornyei, Dirk Erchinger, Justin Scott, la sezione ritmica della band Jamiroquai (Rob Harris, Paul Turner, Derrick Mckenzie) e altri.

- show more

 Negli anni ha seguito seminari con artisti quali Steve Smith, Christian Meyer, John Favicchia, Marc Ducret. Alessandro si è esibito, con varie formazioni, in importanti festival e rassegne quali Umbria Jazz ‘14, Umbria Jazz Winter #22, Festival Mangiacinema’14, ParmaJazz Frontiere #15, ParmaJazz Frontiere #16, Festival della Complessità presso l’Università di Trieste, “Conad Jazz Contest Preview 2015”, Perugia. Nel 2014, con Over Sound Trio, è vincitore assoluto del più importante concorso nazionale per giovani jazzisti, indetto da Umbria Jazz e Conad. Dal 2013 Alessandro ha registrato in numerose piccole produzioni pop, rock e rap e ha collaborato con numerosi artisti della scena musicale emergente, esibendosi in tutta Italia. Nel 2011 ha tenuto corsi di musica presso la scuola primaria di Varano de’ Melegari (PR), a bambini dai 6 ai 9 anni; nello stesso anno è stato batterista e compositore per lo spettacolo teatrale “La garçonne sans mercì”. Al momento, oltre a curare numerose collaborazioni e progetti paralleli, è batterista di Over Sound Trio, Emily e Merovingi. Dal 2014 collabora con il marchio Diril Cymbals.

Discografia essenziale: “Vicolo Riccardi n°1” (2014, Ugo Cattabiani), “Tre” (2014, Over Sound Trio), “Merovingi” (2015, Merovingi).

- show less

Gianluca D'Alterio Merovingi

Gianluca D’Alterio nasce a Parma nel 1990. A 16 anni incomincia a suonare il basso come autodidatta. Nel 2007 inizia a suonare con Gabriele Fava e Alessandro Aldrovandi con cui intraprende diversi progetti che nel 2008 culminano nel gruppo Over Sound Trio. A cavallo tra il 2013 e il 2014 esce il primo disco di Over Sound Trio: “Tre”. Nel 2014 Over Sound Trio vince il Conad Jazz Contest e si esibisce ad Umbria Jazz 14, il 20 Luglio in piazza IV Novembre a Perugia. Attualmente suona con alcuni gruppi, tra cui i Merovingi.

CONTATTI

Per concerti, spettacoli, eventi contattaci ai link qui sotto!

CLOSE